fbpx

Cosa dovrebbe fare nel 2021 il tuo vecchio Istruttore Fitness

 

Mai come in questo momento vi è stata occasione, per rivisitare seriamente il ruolo dell’Istruttore Fitness (Assistente di sala, Istruttore pesi, ecc..).

In un momento in cui per la sopravvivenza dei club allo tsunami pandemico, sarà richiesta una importante revisione dei costi, ecco l’occasione di pensare ad una revisione generale del prodotto.

Tra le maggiori voci di costo, possiamo trovare quella relativa al personale e tra queste una delle più importanti è proprio quella relativa all’istruttore fitness.

Patirei proprio dagli Istruttori Fitness, con un consiglio.

Un decennio abbondante fa, abbiamo vissuto l’arrivo sul mercato italiano dei centri Low Cost (che qualcuno definisce Love cost, non credo siano stati molto amati…).

La scelta fatta da queste strutture fu quella di fare a meno degli istruttori fitness, quindi non una nuova opportunità, ma una contrazione delle opportunità in quanto successivamente parecchi altri club hanno fatto scelte simili, eliminando, taglio o ristrutturano la mansione dell’istruttore fitness.

La storia dell’evoluzione umana insegna, chi non evolve, non esce dalle proprie zone di confort, segna il proprio destinol’estinzione… se nell’era pre-covidiana, questo processo sarebbe risultato piuttosto graduale, oggi era indefinibile, e certamente domani, nell’era post-covidiana, l’accelerazione verso l’estinzione sarà importante, in gioco la sopravvivenza dei club.

Quindi… Istruttore Fitness, EVOLVI!!!

Dal punto di vista imprenditoriale, analizzando storicamente la figura, l’istruttore fitness nel senso più tradizionale del ruolo, non è mai stata in grado di segnare la differenza rispetto a chi questa figura non l’ha inserita nei propri servizi.

Attenzione però, pensare che l’Istruttore Fitness non sia necessario, basandosi semplicemente sullo sguardo al passato, e guidato dall’emotività di questo periodo storico, potrebbe essere un errore strategico costoso, soprattutto se non si è e non si vuol essere un club Low Cost.

L’analisi che oggi faccio, frutto di oltre un ventennio di esperienza sul campo, mi porta a poter evidenziare che:

gli imprenditori del fitness dovranno pensare e riprogettare la mansione dell’Istruttore; istruttore che faccia la differenza, che svolga attività ben più strutturate rispetto al semplice assistente di sala, occorre che queste attività siano misurabili, per essere confrontate e migliorate.

Il digitale, che lo si voglia a no, entrerà, anzi è entrato nelle vostre vite con prepotenza, anche la pubblica amministrazione, storicamente arretrata e pachidermica, sta correndo verso l’innovazione digitale, quindi fornire a questa nuova modalità di essere Istruttore Fitness, gli strumenti giusti ed al passo con i tempi, basta carta e penna!

Riprogettando, pensare ad un Istruttore che sia non solo in presenza, ma anche abbia la possibilità di operare on line, nelle diverse modalità con le quali si può essere presenti on line.

SCARICA GRATIS

il nostro EBOOK completo:

Centro fitness e Fidelizzazione

Un Istruttore che abbia il ruolo di motivatore e quindi di vero e proprio consulente tecnico, che sappia ovviamente, di programmi di allenamento, ma che soprattutto sia un buon comunicatore in ogni ambito lavorativo, in presenza ed on line e che avvia skills di vendita.

Rompere il paradigma per il quale l’Istruttore è a disposizione di tutti, per cui alla fine non se ne apprezza il valore;

Strutturare la nuova mansione come ulteriore servizio integrabile nell’abbonamento dei clienti che lo vorranno acquistare.

E perché no… un Istruttore che sappia guidare i propri iscritti, verso acquisti secondari strettamente correlati agli obiettivi personali dell’iscritto.

Da dove partire?

  • Definire gli obiettivi
    In termini di risultato
    oggettivo che si vuol ottenere, entro quali termini temporali, (ad esempio, incremento delle nuove vendite di servizi secondari del 10% entro il dicembre 2021)
  • Valutare le risorse umane a disposizione
    Con le risorse umane delle quali si dispone, quanto è realistico raggiungere l’obiettivo? Dovranno essere inserite nuove risorse o se ne dovranno sostituirne alcune, destinarle ad altro incarico, formarle su alcuni aspetti strettamente legati al conseguimento del risultato? Sono una squadra, o lavorano semplicemente insieme?
  • Valutare gli strumenti di cui si dispone
    Quali sono gli strumenti anche e soprattutto tecnologicamente al passo coi tempi, che consentiranno da un lato ad ottenere con maggior efficacia il risultato, dall’altro consentano di rendere oggettive le prestazioni dei collaboratori (un strutturato crm, delle procedure interne chiare, condivise e verificate, carta e penna, oppure tablet o PC, percorsi di formazione specifici…)
  • Progettare un nuovo iter di gestione socio integrato, Phygital
    L’innovazione
    passa attraverso le persone e coinvolge le persone, siano esse collaboratori e/o Iscritti. Progettare quindi un percorso di gestione socio (user journey) che preveda sessioni in presenza e sessioni on line, che riguardi alcuni Cluster di Iscritti o trasversalmente ogni iscritto per una più integrata, funzionale e soddisfacente esperienza wellness dentro e fuori dal club. Ricordare che qualsiasi azione, procedura, operatività, se priva di controllo, allontanerà, a volte irreversibilmente, dal raggiungimento dell’obiettivo.

ASCOLTA IL PODCAST DELL’ARTICOLO

Cosa dovrebbe fare nel 2021 il tuo vecchio Istruttore Fitness

by Silvio Colombo | WELLINK_MAG

Nato il 10 gennaio 1967 e vive a Milano.
Tra le esperienze lavorative passate: personal trainer, istruttore di fitness e corsi, responsabile tecnico generale gruppo GetFIT, Sales Manager e Club manager dei centri GetFit di Milano. A partire dal 2016 è business tutor Wellink e Mywellness specialist Technogym.

Silvio Colombo

Business Tutor Wellink