fbpx

Personal trainer e centro fitness le strade si dividono

 

“I personal trainer che lavoravano nel mio centro, sono diventati i miei competitor?”
Ciò che leggerai nell’articolo nasce esattamente da questa domanda che ultimamente molti imprenditori del settore si stanno facendo.

 

Vorrei stimolare alcune riflessioni rispetto al management del servizio personal training nel prossimo futuro così da avere una nuova visione per una gestione efficace del servizio. 

 

Il ruolo del personal trainer all’interno dei centri fitness è sempre stato molto discusso e in quest’ultimo anno ci sono stati dei segnali significativi che mettono in discussione il ruolo del personal trainer all’interno del centro stesso.

 

  • I P.T. stanno davvero diventando un elemento di concorrenza per i centri fitness?
  • Cosa succederà quando le palestre riapriranno? 
  • Ritorneranno a gestire i loro clienti all’interno dei centri fitness?

 

Probabilmente ti sei fatto anche tu qualche domanda in merito e stai cercando risposte per orientare la gestione di questo servizio tra le risorse del tuo centro.

 

Facciamo prima un passo indietro e ripercorriamo brevemente l’evoluzione del servizio di personal training all’interno dei centri fitness.

 

È evidente che il servizio di personal training sia sempre stato una proposta ricercata dalle palestre, inserito come servizio aggiuntivo, che completasse il ventaglio di offerte per rendere l’esperienza dell’iscritto sempre più personalizzata.

 

La costruzione di un servizio PT ha sempre avuto due scenari di gestione: 

 

  1. Gestione indiretta – il centro vende direttamente il servizio riconoscendo una quota parte al PT per i servizi erogati.
  2. Gestione diretta – il centro affida al PT la vendita del servizio incassando una fee di ‘affitto’ direttamente dal professionista.

 

Senza andare a definire nello specifico tutti i vantaggi e svantaggi delle singole tipologie di gestione, che forse già conosci, vorrei sottolineare un aspetto che è comune a entrambe:

 

 

Il cliente si fidelizza più al professionista (personal trainer) che al centro.

 

 

È una caratteristica, o meglio criticità, che emerge spesso quando ci confrontiamo con gli imprenditori e responsabili dei centri fitness. 

 

Per quanto un club lavori nella gestione dell’iscritto, è inevitabile che una volta intrapreso un percorso PT, l’iscritto stesso abbia come figura di riferimento e guida del suo percorso il proprio personal trainer, perdendo quel senso di appartenenza strettamente correlato alle caratteristiche del centro stesso.

 

È ormai evidente l’esplosione di questo rapporto tra personal trainer e iscritto che, in tutto questo periodo di pandemia, si è forse solidificato ulteriormente.

 

Con le palestre chiuse, i personal hanno portato gli iscritti dei centri, loro clienti, ad allenarsi all’aperto o in qualsiasi luogo disponibile.

 

In tutto questo i centri si sono dimostrati impotenti di fronte alla forza di attrazione palesata tra Personal Trainer e clienti.

 

In questo scenario, caratterizzato da continua chiusura per i centri fitness, sei quindi certo che ciò che funzionava prima possa garantire ottimi risultati anche domani?

 

Difficile avere adesso una risposta precisa, ma in questo clima di incertezza una cosa è certa: bisogna analizzare la situazione attuale ed aprirsi a nuove prospettive rivalutando ciò in cui si è sempre creduto (o si è sempre stati abituati a fare). 

 

Attenzione, non sto parlando di cambiare idea sui principi che sostengono il servizio di personal training ma intendo di aprire la mente e guardare come il settore in cui operiamo stia cambiando. 

ENTRA NELLA COMMUNITY

del Fitness Management

Diventa quindi necessario valutare o rivalutare il modello di gestione in funzione degli eventi che stiamo vivendo e che anche gli iscritti a cui ci rivolgeremo stanno vivendo.


Considerando e riprendendo l’aspetto ‘critico’ sottolineato prima, circa il rapporto tra PT e cliente, non credo che si debba stravolgere del tutto il sistema, ma meglio affiancare una terza opportunità di gestione.

Potremmo definire questa nuova opportunità di gestione, per trovare un termine identificativo, TEAM TEACH.

Un’integrazione del servizio di personal training nel centro fitness che sia ‘costruito’ e organizzato come servizio del centro stesso.

 

Questo sistema Team Teach dovrà considerare gli elementi chiave del personal training:

 

  • Personalizzazione.
    Fornire soluzioni adattate alle esigenze dell’utente

  • Variabilità delle proposte.
    Non un unico servizio ma l’insieme di più servizi personalizzati 

 

Ed avrà come elemento di innovazione e opportunità la differenziazione delle figure professionali.

 

Ecco che il servizio di personal training diventa l’opportunità per la palestra di proporre servizi estremamente personalizzati e gestiti dal centro stesso perché costruiti in funzione di: 

  • Obiettivo dell’utente: la personalizzazione parte sempre dall’obiettivo e dalle esigenze del singolo utente
  • inserimento di tipologie di servizi diversi: dalle sedute PT classiche a lezioni in piccoli gruppi gestite da trainer diversi, a sedute con figure professionali quali nutrizionista, estetista, fisioterapista.
  • durata variabile: il tempo del percorso diventa personalizzato e non sulla base di pacchetti prestabiliti, alla base un’anamnesi e una costruzione del percorso precise
  • coach di riferimento: il filo conduttore del percorso è la figura del Wellness Coach che monitora il percorso e i risultati del cliente

L’opportunità innovativa che differenzia questa nuova tipologia di gestione del servizio di personal training è che il protagonista della gestione del servizio è il centro fitness.

 

Viene meno la centralità del personal trainer sul cliente lasciando spazio a una più ampia possibilità di personalizzazione e uniformità di gestione della persona.

 

L’iscritto seguirà quindi un percorso personalizzato, ma caratterizzato dall’intervento di diverse figure professionali, diversi trainer, perché il focus è il percorso dell’utente. 

 

Il centro fitness può così puntare sull’organizzazione precisa sia della promozione di un servizio a 360° sull’utente che sulla scelta di figure professionali con cui collaborare per una gestione trasversale dei diversi servizi.

 

L’insieme del lavoro coordinato delle risorse determina il risultato complessivo del servizio che può essere definito come un modello di gestione evoluto ed innovativo di personal training che differenzia ulteriormente la proposta della palestra nella nuova era del fitness.

ASCOLTA IL PODCAST DELL’ARTICOLO

Da sempre a contatto con il mondo del fitness, e con lo sport più in generale, per passione prima e per scelta professionale dopo. Durante il suo percorso di studi nasce un forte interesse verso l’ambito più manageriale del settore portandola prima alla gestione diretta di un centro fitness e poi a lavorare nel team Wellink, con cui collabora dal 2013. Ha una vera passione per l’allenamento che mantiene costante e che è il suo motivo di spunto e di continua formazione professionale.

Irene Tagliafico

Business Tutor Wellink