fbpx

Perché le palestre con grandi risultati danno grande attenzione all’analisi demografica

 

L’analisi demografica merita certamente una maggiore attenzione.

Molti club infatti nascono nel comune natale o di adozione dell’imprenditore, questo prevalentemente per due motivi:

  1. La vicinanza tra luogo di lavoro e residenza
  2. La convinzione di conoscere il territorio nel quale si vive

Molto probabilmente ti ritroverai in una di queste due osservazioni o in entrambe, nessun problema, è sicuramente un buon punto di partenza!

Tra le valutazioni da fare infatti è bene considerare anche la qualità della vita, strettamente correlata con il tempo che ogni giorno ciascuno di noi deve passare in spostamenti tra casa e lavoro.

La conoscenza personale del territorio invece è qualcosa di utile ma, purtroppo, non abbastanza. 

Perché?!

Perché quello che percepiamo, che vediamo e che notiamo è fortemente condizionato da un punto di vista soggettivo (ciò che siamo e quello che viviamo).

La diretta conseguenza di questa convinzione è la presenza di numerose realtà imprenditoriali, legate al fitness ma non solo, che nascono e si strutturano e poi a conti fatti non vedono decollare il business così come stimato in fase progettuale.

Come mai questo accade?

Succede perché  l’offerta il più delle volte non è in linea con quello che richiede il bacino effettivo, con la realtà oggettiva del territorio.

Si, è bene parlare di oggettività del territorio in contrapposizione alla soggettività dell’imprenditore.

Quando si stabiliscono i servizi da proporre nel centro, quando si impostano gli orari ed i prezzi, le valutazioni nella maggior parte dei casi riguardano i seguenti punti:

  1. Il servizio è presente sul territorio?
  2. Che cosa offrono gli altri?

A seconda della risposta ci si orienta in una direzione piuttosto che in un’altra.

ENTRA NELLA COMMUNITY

del Fitness Management

Facciamo un esempio pratico di riflessione dell’imprenditore.

i competitor aprono alle 8:00 del mattino: “ok apriamo a quell’ora”;

gli altri chiudono alle 22:30: “sì è un buon orario faremo lo stesso”

oppure,

i competitor aprono alle 8:00 del mattino: “ok apriamo alle 7:00 tre volte a settimana così offriamo il servizio a chi vuole allenarsi prima di andare al lavoro”,

gli altri chiudono alle 22:30: “ok allora noi chiudiamo alle 23:00 così chi finisce tardi dal lavoro verrà da no”’.

Non è sbagliato osservare quello che avviene nelle realtà competitor, anzi direi che è fondamentale, ma deve essere un’attività complementare alla conoscenza di base del territorio.

Alcuni centri fitness raggiungono fatturati molto più soddisfacenti rispetto ad altri, sicuramente alcune caratteristiche come pulizia, marketing e struttura incidono ma non bastano.

Il vero segreto?

Non fidarsi della propria visione soggettiva del territorio e affidarsi ad un’analisi, come dicevo sopra, oggettiva del luogo.

Ogni location ha punti di forza e criticità, dove ci sono molti residenti probabilmente ci saranno anche molti competitor e dove invece non ci sono competitor verosimilmente sarà difficile anche raggiungere il numero di potenziali utenti necessario al fatturato per ridotta densità abitativa.

Dove si distribuisce la popolazione?

In prossimità della location o più lontano?

Il comune in cui si trova è attrattivo rispetto ai limitrofi o i suoi residenti gravitano su un centro urbano più grande?

Questo cosa comporta in termini di offerta?

Qual è il reddito del bacino potenziale? che caratteristiche socio demografiche ha? 

Rispondere a tutte queste domande non è ancora sufficiente perché una volta che si ha il quadro completo è bene fare un passaggio ulteriore.

Tornare all’osservazione dei competitor per capire quali target sono già assorbiti.

Prendiamo l’esempio di prima.

I competitor aprono alle 8:00: se l’analisi ha notato che il territorio è attrattivo per i pendolari si potrebbe pensare di impostare il servizio di apertura anticipata con lo scopo di raccogliere chi desidera allenarsi prima di andare al lavoro.

Ma questa valutazione deve affiancarsi all’osservazione della viabilità tra il centro fitness e le principali destinazioni lavorative.

La chiusura del centro alle 23:00 in questo caso potrebbe avere poco senso perché i pendolari che si allenano dopo il lavoro poi tornano al domicilio mentre chi abita sul territorio non ha l’esigenza di allenarsi a tarda ora.

Come vedi la definizione del servizio basata sulla conoscenza del territorio è complessa, richiede l’interazione di diverse variabili ma consente di sviluppare scelte consapevoli e di conseguenza massimizzare la possibilità di successo del centro.

Quello che è certo è che un percorso di conoscenza approfondita ed oggettiva del territorio è uno dei pilastri portanti nella definizione di un business sano e solido.

ASCOLTA IL PODCAST DELL’ARTICOLO

Perché le palestre con grandi risultati danno grande attenzione all'analisi demografica

by Francesca Pelanda | WELLINK_MAG

Dopo aver svolto studi statistici approda nel mondo del fitness diventando nel tempo responsabile di un club polifunzionale.
Nel 2015 entra a far parte del team Wellink come Business Tutor.
Affiancando alla passione del fitness la formazione statistica si occupa di sviluppare geomarketing e analizzare i dati del modo sportivo.

Francesca Pelanda

Business Tutor Wellink